Unicef, in Italia troppi bambini ai margini della società

bambini

Queste sono le notizie che mi fanno vergognare, il rapporto dell'Unicef "Bambini e adolescenti ai margini" fa un'analisi drammatica su un Italia che a questo punto non può che far riflettere, il rapporto analizza i 24 paesi Ocse sulla base dei livelli di disuguaglianza negli ambiti della salute, dell'istruzione e del benessere materiale dell'infanzia. Bambini a rischio di venire lasciati ai margini del benessere della società in cui vivono rispetto ai bambini di numerose altre nazioni industrializzate.

Non terzo mondo, quindi, ma Europa e Stati Uniti , bambini esclusi dal benessere, bambini al limite, dimenticati. Italia, Stati Uniti, Grecia, Belgio e Regno Unito, lasciano più indietro i loro minori svantaggiati, rispetto a Stati come Danimarca, Finlandia, Irlanda, Svizzera e Paesi Bassi.

L'Italia in particolare è al penultimo posto per quanto riguarda la salute dei più piccoli, dietro di lei solo l' Ungheria, ed è tra i paesi dove il tasso di povertà dei bambini è tra i più alti, un milione e mezzo di ragazzini vive in famiglie con redditi inferiori alla metà della media nazionale. Penultimo posto in classifica anche per le condizioni abitative, e 18°, su 24, per quanto riguarda l'alimentazione. E' Natale, ci dimenticheremo di loro un'altra volta?

  • shares
  • Mail