Pressione alta in gravidanza: cosa fare e quali sono i rimedi nel nono mese

La pressione alta in gravidanza è un pericolo da non sottovalutare. Ecco cosa fare e alcuni rimedi per tenerla sotto controllo.

La pressione alta in gravidanza è uno spauracchio che affligge tante future mamme. L'ipertensione in dolce attesa è infatti molto pericolosa, sia per la mamma che per il bebè, soprattutto quando si entra nel terzo trimestre e ci si avvicina così al parto. Perchè è un disturbo da tenere particolarmente sotto controllo?

La pressione troppo alta in gravidanza portà con sè il pericolo di gestosi e di complicanze anche molto serie per la donna in attesa e il suo bambino, con il rischio di dover sottoporsi ad un parto cesareo d'urgenza. Ipertensione e gestazione sono un'accoppiata rischiosa, che deve essere assolutamente tenuta sotto controllo medico costante.

Cosa si può fare contro un'elevata pressione sanguigna in dolce attesa? Quali sono i rimedi nel nono mese? Prima di tutto è d'obbligo effettuare tutte le visite dal ginecologo con costanza e puntualità, una diagnosi precose è sicuramente la via più efficace per abbassare la pressione, grazie anche alle istruzioni ed eventuali prescrizioni di medicinali dello specialista. Certamente poi la dieta alimentare in gravidanza è uno dei fattori fondamentali per controllare i pericoli per la salute della futura mamma e del piccolo, e così prevenire complicazioni anche serie.

Il regime alimentare della futura mamma diventa più che mai fondamentale, e in questo caso deve essere il più povero di sale possibile, come ben sappiamo il sale aumenta la ritenzione di liquidi nei tessuti dell’organismo e il volume del sangue, che, di conseguenza, esercita una forza maggiore sulle pareti dei vasi, provocando un aumento anche vertiginoso della pressione.

Da tenere controllato anche l'aumento di peso, in poche parole bisogna mangiare sano, senza piatti troppo lavorati, conditi o grassi. Meglio consumare durante il giorno tanti spuntini leggeri a base di frutta e verdura o di ricette della dieta mediterranea che fare due pasti troppo corposi e pesanti. Il clichè che in attesa si deve mangiare per due, è ormai stato smentito dai più esperti nutrizionisti. Un'altra buona abitudine è bere tantissima acqua naturale, anche più di due litri al giorno. E infine anche camminare aiuta l'organismo a stare in salute e mantenere un equilibrio importantissimo in attesa.

Via | Tanta Salute
Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail