Asilo nido, fare di necessità virtù

bambini

La decisione di portare il pargolo all'asilo nido è spesso sofferta, distacco e costi non aiutano, ma oltre alle comuni motivazioni, ho scoperto che c'è anche il fronte di chi consiglia l'asilo fin dai primi mesi di vita che si scosta nettamente da chi lo considera solo un trauma per i nanetti.

Per le mamme che stanno decidendo forse consola sapere che in media l'asilo nido non è poi così sconsigliato, almeno dai pediatri e anche dalle mamme che hanno fatto di necessità virtù, certo sarebbe meglio limitare il tempo a mezza giornata, ma è evidente che non sempre questo è possibile, part time non concessi e lavori che non vanno in contro alle mamme ne è pieno il mondo, ma sembra che a soffrirne siano più i genitori che i piccolini.

Il primo aspetto a favore è la socializzazione, anche se alcuni ritengono che questa non avvenga fino ai tre anni, sembra che ampliare il mondo anche ad altre forme di vita oltre a mamma, papà e nonni sia un aspetto molto positivo e fa solo che bene alle creature, inoltre gli asili nidi di oggi non sono solo un parcheggio ma un luogo di apprendimento, ovviamente a portata di bebè. Infine il momento del ritorno a casa viene vissuto come una gran festa e le coccole della mamma una vera manna dal cielo, unica pecca da tenere presente sono i malanni che i bambini tendono a passarsi in maniera molto generosa. Il vostro pargolo come ha vissuto l'ingresso al nido, trauma iniziale a parte?

  • shares
  • Mail