Sempre meno bimbi con un fratello: i dati Istat 2008

In Italia sempre meno bambini con due o più fratelli

Secondo i dati dell'ultimo rapporto Istat su La vita quotidiana di bambini e ragazzi, i bimbi italiani sono sempre più soli, nel senso che hanno sempre meno frequentemente un fratello o una sorella con il quale condividere spazi, giochi e litigi. Aumenta infatti, seppure lievemente, la percentuale di bimbi e ragazzi (il campione considera un range di età molto ampio, 0-17 anni) figli unici: dal 23,8% del 1998 al 25,4% del 2008.

Aumenta anche, tuttavia, la percentuale di bimbi con 1 solo fratello convivente: dal 53,1 al 54,7%. A calare ancora, drasticamente, sono le nascite di terzo ordine, e quelle successive: nel 2008, infatti, solo il 19,9% dei bimbi italiani ha due o più fratelli. Accanto a questo dato, l'Istat rileva anche l'aumento delle famiglie nelle quali entrambi i genitori lavorano, oltre che delle famiglie con un solo genitore.

Ci sembra che anche da questi dati emerga come le mamme e i papà italiani abbiano ancora voglia di bebé, ma che la grande maggioranza si fermi a due figli (al massimo!!) per tutti i motivi che ben conosciamo: servizi per la prima infanzia costosi e con orari rigidi, redditi insufficienti, difficoltà a conciliare lavoro e famiglia (sempre che una abbia ancora un lavoro, dopo aver messo al mondo il suo pargolo!). Niente di nuovo, insomma, per noi mamme.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: