Anno nuovo, figlio nuovo. Si allarga la famiglia di SOS Mammo

Orsetto di pezza con dettagli bluHo citato più volte, su Bebeblog, il blog Sos Mammo, che ora ha cambiato nome e indirizzo in Figliopadre. Era da un po' di tempo che non andavo a curiosare tra i post di questo simpatico papà. Scopro dunque con sorpresa che il mammo è da pochi giorni bis-mammo (Auguri!). In casa c'è un nuovo arrivato, che già sta portando il neo papà ad esplorare nuove frontiere della vita da genitore (ad esempio: è davvero possibile alleviare la gelosia e la paura del primogenito di fronte all'intruso nano?).

Scorrendo i post, trovo poi una riflessione di Cristiano Camera molto interessante a proposito del futuro dei nostri figli: Cancellare l'infanzia nell'attesa di giorni migliori. Spesso ci impegniamo per offrire loro una serie di stimoli e di opportunità che renderanno il loro futuro più facile e più felice? Non è che però così dimentichiamo il loro presente? Ve ne propongo una parte, che mi sembra un spunto davvero opportuno per i buoni propositi familiari del 2011:

Mi sembra che il presente, come al solito, conti poco, talmente siamo proiettati e proiettiamo con noi nel futuro i nostri figli. Mi pare che l'oggi non abbia importanza alcuna per noi: si tratta di un tempo altamente sacrificabile in nome di un domani in cui raccoglieremo i frutti delle nostre rinunce e di quelle dei nostri bambini. Ma può anche l'infanzia prestarsi a questo gioco ed essere quasi cancellata nell'attesa di giorni migliori?

Non sono d'accordo con questo modo di ragionare e mi rattristo ogni qualvolta i genitori sacrificano il presente dei bambini nel nome di un futuro, vicino o lontano che sia, ma che i figli stentano a intravedere perfino con il cannocchiale.
Bisognerebbe tenere maggiormente in considerazione quelli che sono i bisogni e le aspettative dei bambini, e non pensare soltanto a ciò che per noi è soddisfacente o che in futuro, secondo i genitori, li renderà adulti felici. Dobbiamo pensare di più alla loro contentezza di oggi e non smettere mai di chiederci, anzitutto, se i nostri figli sono - oggi e non domani - felici.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: