Festa di compleanno: perché non farla di mattina?

Palloncini coloratiOrganizzare una festa di compleanno di mattina? Perché no, mi sono detta. Mia figlia, che è molto timida, un paio di mesi prima del suo compleanno comincia ad invitare tutti compreso postino ed idraulico. A pochi giorni dall'evento, però, tira i remi in barca e con sguardo preoccupato mi informa che non ha nessuna intenzione di dare la festa.

Quando arriva il momento di spegnere le candeline si emoziona moltissimo e non riesce a trattenere le lacrime. Allora quest'anno, per darle l'opportunità di divertirsi senza entrare in crisi, ho pensato di invitare le sue quattro amiche, quelle con cui gioca di solito, per una mattinata di giochi.

I genitori sono stati felici di cogliere l'opportunità visto che durante le feste le giornate non passano mai. Così, loro sono liberi di andarsene un po' in giro mentre io mi occupo dei loro pargoli. Troveranno patatine e succhi di frutta in cucina, come in una semplice merenda (anche se la tovaglia l'ha scelta la piccola festeggiata).

La non-festa inizia verso le 10.30 e un paio d'ore dopo ci sarà pizza per tutti. In questo modo dovrebbe risolversi tutto per il meglio e il pomeriggio potremo riposare e goderci un po' di vita familiare. Se va tutto bene, ne riparleremo. Intanto vi chiedo: avete fatto anche voi questa scelta? Come è andata?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: