Ultimamente il tema dell’obesità infantile sembra sia balzato al primo posto nell’interesse di molte società occidentali, studi e ricerche dichiarano senza ombra di dubbio che i nostri figli sono destinati a diventare sempre più grassi, oltre alla scienza l’attenzione è stata catturata ora anche da cause legali, una signora ha fatto causa alla McDonalds perchè a sua avviso l’Happy Meals fa pubblicità ingannevole e sleale, mentre le città mettono al bando il cibo spazzatura con i giochi attira bambini, San Francisco.

Un dubbio però è lecito, possibile che dopo 30 anni di attività il fast food, e più nel dettaglio McDonalds dia fastidio solo ora? I bambini rimangono sotto la responsabilità dei genitori non dovremmo essere noi adulti a limitare tali pietanze?

Cercare di dare patatine e hamburger come premio è certo meglio che farlo diventare cibo quotidiano, tutto è meglio di quel cibo quotidiano, vietarlo lo ritengo inutile, poi crescono e da adolescenti si riempiono di schifezze proibite. Unica soluzione cercare di trovare un equilibrio, ma come già sostenevo è sempre il genitore a dettare regole, cucinare, scegliere il cibo, vietare quando necessario. Occorre davvero fare causa o bandire la vendita dell’Happy Meals?

Quella volta all’anno che vado al McDonalds sinceramente mi fa piacere poter scegliere il menù per bambini.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Alimentazione per bambini Leggi tutto