Come mantenere in buono stato i peluche

peluche

I vostri figli hanno ricevuto tanti peluche tra Babbo Natale e Befana? Bene, ora anche la vostra casa è strapiena come la mia perchè i nuovi arrivati si sono aggiunti a quelli che già c'erano. Tra un po' anche i nuovi peluche saranno meno brillanti e un po' appesantiti dalla polvere che si accumula giorno dopo giorno.

Come mantenerli in buono stato? Ovvero come pulirli senza danneggiarli e imbruttirli? Questa è un’informazione che dovreste trovare in etichetta. In genere, comunque i peluche si possono lavare in lavatrice usando un programma per capi delicati ad una temperatura massima di 30° usando detersivi non aggressivi (sapone neutro). Per proteggerli meglio, poi, li si può mettere in un sacchetto di cotone.

Unica accortezza: è meglio proteggere gli occhi ed i nasi (cioè le parti di plastica) con del nastro adesivo, in modo che nel cestello della lavatrice non si graffino.

Se poi visto il freddo, siete tentate di asciugarli con l'asciugatrice elettrica o con l'asciugacapelli, frenate il vostro impulso perchè i peluche ne uscirebbero molto danneggiati. Per questo è molto importante lasciarli asciugare all'aria.

Quando sono asciutti, i peluche vanno spazzolati con una spazzola morbida, oppure si possono "scrollare" tenendoli al contrario, cioè con la testa in basso e le zampe in alto. Non lavateli a secco, non usate solventi chimici, smacchiatori e non stirateli.

Per gli articoli di grandi dimensioni o contenenti sonagli o carillon, vi consiglio il lavaggio a mano con una spugna imbevuta di sapone (sempre neutro per capi delicati) ed acqua. Risciacquate con cura e lasciatelo asciugare a temperatura ambiente. Con un'energica spazzolata tornerà come nuovo.

Quando, però, avete effettuato più di qualche lavaggio e il peluche comincia ad essere meno morbido e meno “peloso” è segno che è invecchiato troppo ed è meglio comprarne uno nuovo perché è più facile che i peli si stacchino e che il bambino possa ingerirli. Verificate, perciò, di tanto in tanto lo stato di usura per controllare che l’imbottitura non sia ormai rovinata e che non si sia formata della ruggine.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail