I figli sono un lavoro?

bambini lavoro

Leggo assiduamente il blog della psicologa Irene Bernardini su Vanity che, spesso, tratta il tema tutto femminile del non avere figli ed essere ugualmente felici. Cito da una lettrice, Silvia, il cui inno alla vita senza figli finisce in bell'evidenza nel blog: "non faccio figli perche’ non ne ho mai sentito l’esigenza e la voglia e poi si, fortemente si, perche’ impegnano troppo. E’ un carico di lavoro e di sacrifici che non ci penso nemmeno minimamente di fare."

Ma se i figli sono un carico di lavoro e sacrifici, nessuno li farebbe. Cosa pensi Silvia, che siamo tutte madri coraggio, votate al martirio? Mettiamola così, la maternità è un'avventura umana e sentimentale unica nel suo genere, non c'è fidanzato, marito, amica o familiare la cui relazione si avvicina, per forma e sostanza a quella di una madre con la sua prole. E' la Sfida umana, emotiva ed intellettuale più affascinante, intensa e gratificante (se presa dal verso giusto), è fonte di apprendimento unica, per la madre dico, perché per la prole è scontato.

E il carico di lavoro? La responsabilità? I sacrifici? C'è tutto, come c'è in una relazione di coppia, in un lavoro, in un intorno familiare. Ma se il lavoro ti appassiona, senti che è eccessivo rimanere in ufficio fino alle 8 di sera? Se il tuo uomo ti piace, ti sembra troppa responsabilità quella di contribuire a costruire una relazione che soddisfi entrambi? Se tua madre ha bisogno di aiuto, lo senti un sacrificio quello di esserci perché le vuoi bene e ci tieni a lei?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail