Dire di no ai figli

Dire di no ai figli non è solo questione di interrogarsi se ciò che ti domandano di poter fare è accettabile o meno. Ovviamente, se un bambino di pochi anni ti domanda di farsi un tatuaggio o di comprare un serpente, come in questa divertente pubblicità, ovviamente la risposta sarebbe no. Però il tema della pubblicità è che i bambini, per ottenere ciò che vogliono, sanno anche scegliere il momento più giusto, o più sbagliato nel caso della pubblicità di preservativi, per ottenere semaforo verde!

Chissà come mai il mio aspirabriciole chiede il proibito (di giocare con lo stereo di papà, per esempio) sempre quando sono più stanca, alla fine della giornata o quando torno da una riunione di lavoro. E non solo chiede ma insiste, continua, si distrae qualche secondo e poi ritorna sul tema, tipo goccia cinese. Oppure esprime i suoi desideri proibiti mentre siamo in macchina e sto guidando Occhio, non grida e non pianta bizze, sa che sarebbe un niet secco. La sua è una tecnica più sottile, la ripetizione ritmica e continua della parlola che identifica l'oggetto del desiderio, biscotto fuori pasto, giocare con lo stereo del padre o guardare la tv.

  • shares
  • Mail