Autosvezzamento: un manuale, una filosofia

auto svezzamento

L'autosvezzamento è un libro le cui raccomandazioni sono state adottate da molti pediatri: i bambini sono in grado, da soli, di selezionare i cibi utili al proprio svezzamento. Secondo me è un'approccio filosofico al piccino, con l'autosvezzamento il genitore riconosce al figlio la capacità di scegliere per il suo meglio. Il concetto mi è piaciuto fin dall'inizio ma la domanda che mi faccio è: ma se in famiglia la friggitrice sta accesa più del televisore, le verdure le vediamo solo disegnate sui poster pubblicitari dell'Esselunga e abbiamo fatto il servito da 12 coi bicchieri della Nutella? Ecco, l'auto svezzamento è in primo luogo igiene alimentare in famiglia.

L'idea di fondo, da come la vedo io, è abbassare riducendo al minimo l'ansia per il cibo, soprattutto dei gentori. Allora, per una madre sapere che anche il piccolo ha qualche competenza in materia, aiuta ad abbassare il livello di ansia da prestazione! Se non ricordo male, tutto nasce da una ricercatrice statunitense che misurò, nel corso del tempo, l'apporto di vitamine, proteine etc. nella dieta di bambini che erano lasciati per terra circondati di molte ciotoline contenenti cibi diversi. I piccoli potevano scegliere e mangiare ciò che volevano. Se calcolato nel mese, il bilancio era equilibrato nonostante la scelta fosse stata libera.

In realtà, io non ho né voglia né tempo di preparare varie ciotoline, buttare via 3/4 del cibo avanzato ogni volta solo perché il mio aspirabriciole possa sentire il potere della scelta e verificare, ogni mese, che ha mangiato frutta, verdura e carne in quantità equilibrata. Ma io non sono infatti una ricercatrice, sono una mamma, e ho deciso che l'auto svezzamento non fa per me. La vera rivoluzione dell'auto svezzamento è che, cucinando per tutti quello che mangia il piccino, abbiamo tutti rinunciato al sale, ai soffritti pesanti e per dessert ora, in tavola, c'è sempre frutta. Sono fortunata che mio figlio è tanto mangione come i suoi genitori e, i pasti, sono sempre una festa!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail