Favole per bambini e bambine: non le solite principesse

Cenerentola e il principe

Panzallaria, alias Francesca Sanzo, ha colpito ancora. Dal suo blog ha fatto partire una richiesta di aiuto/sondaggio diretta a tutti i suoi lettori. Lo scopo era riuscire a trovare dei libri di favole per bambini che non proponessero personaggi stereotipati.

Sostiene Panzallaria, tra le altre cose:

Se i maschietti giocano con i pentolini, non colpevolizzateli come se ne andasse del loro machismo oppure ricordatevelo quando a 15 anni avrete il desiderio di urlargli che non siete la loro serva, perché danno per scontato che a sparecchiare la tavola siate voi.
Oltre ai patinati manuale per “la perfetta principessa” che si possono trovare nelle librerie in bella vista, sugli scaffali nascosti ci sono un sacco di libri che danno spazio a personaggi femminili più complessi, articolati e non passivi o costretti in corsetti che stritolano il fiato.

Personalmente sono d'accordo con lei. Mi sono resa conto che persino gli adattamenti di storie famose in chiave moderna sono insidiosi. Ad esempio, pensavo che Barbie e le tre moschettiere non fosse niente male come storia. Finché non mi sono resa conto che la protagonista parte vestita con i pantaloni e non appena diventata moschettiera indossa la gonna e trova il principe azzurro.

Ad ogni modo, le segnalazioni sul blog sono arrivate e ve ne riporto qui alcune, chiedendovi però: come scegliete i libri da leggere per i vostri bambini? Ritenete importante seguire criteri come quello di mamma Francesca, che faccio mio, o non pensate sia importante? Aspetto i vostri commenti e anche le vostre segnalazioni (se potete, fatele anche sul blog da cui è partita la richiesta).

Ecco alcuni titoli:

Le opere di Bianca Pitzorno, tra cui L’incredibile storia di Lavinia, Extraterrestre alla pari, La bambina con il falcone; Storia incredibile di due principesse che sono arcistufe di essere oppresse di Monica e Rossana Colli e Irene Bedino; La Bambina di burro e altre storie di bambini strani di Beatrice Masini; Ranocchi a merenda di Guido Quarzo; Pippi Calzelunghe di Astrid Lindgren.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail