Per una mamma è aberrante leggere notizie come questa: sciroppo per la tosse somministrato a dosi massicce per sedare i bambini. Sì, avete letto bene ed è quanto accade negli Stati Uniti dove negli ultimi mesi i medici hanno visto aumentare in modo esponenziale i casi di bambini arrivati in ospedale privi di senso.

La denuncia arriva dai ricercatori del Rocky Mountain Poison and Drug Center di Denver, che hanno pubblicato una ricerca sugli Annals of Emergency Medicine. Un vero e proprio allarme visto che la scoperta è il frutto dell’analisi di 189 decessi di bambini giunti al pronto soccorso in overdose da medicinali.

Negli Stati Uniti molti di questi sciroppi sono venduti senza prescrizione medica e spesso i genitori ne abusano per tenere calmi i loro figli. I dati sono eloquenti: in ben 79 dei 189 casi erano stati somministrati ai bimbi gli sciroppi antitosse o contro il raffreddore. E se 19 volte l’intenzione dei genitori era quella di dare sollievo ai figli, in ben 26 la volontà era quella di sedarli.

I medici raccontano che hanno avuto dei casi in cui i genitori somministravano lo sciroppo al bambino facendolo bere direttamente dalla bottiglia con il chiaro intento di tenerlo buono. E’ veramente allarmante!!!! Se un genitore può arrivare a tanto, cosa bisogna aspettarsi da una baby sitter o dalle educatrici del nido?

La questione era già stata affrontata dalla Food and Drug Administration, che oltre ad aver ammonito i genitori a non dare gli sciroppi ai bambini sotto i 4 anni, sta valutando la possibilità di vietarli ai minori di 12.

Via | Daily Mail
Foto | Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Papà Leggi tutto