Depilarsi in modo sicuro in gravidanza

hairDurante la gravidanza la nostra pelle si fa radiosa, i nostri capelli lucidi e forti. E i peli? Non c’è speranza alcuna di trasformarsi in glabre fanciulle in attesa per sollevarci dallo spiacevole compito di depilarsi: ci tocca farlo anche in quei nove mesi, ma come? Bisogna scegliere il metodo più sicuro e delicato, ma non c’è motivo di preoccuparsi perché anche se la nostra pelle è più delicata e la soglia del dolore più essersi abbassata, si può fare senza pericoli.

Di solito i peli aumentano nell’arco del primo trimestre, quando l’aumento dei livello di ormoni maschili rende la peluria più rigogliosa che mai. può capitare anche che spunti qualche pelo in più dove prima ce n’erano pochissimi o nessuno. I peli solitari si possono eliminare con una pinzetta. Anche il rasoio è un metodo consigliabile se la pelle è più sensibile di prima, perché non l’aggredirete con lo strappo e potrete praticare anche un lieve massaggio stendendo la schiuma depilatoria. Potete usare anche il semplice sapone sotto la doccia, per essere sicure di non utilizzare prodotti troppo aggressivi.

Sconsigliate sempre e comunque le creme depilatorie che funzionano con un’azione chimica sui peli, recidendoli dopo un certo tempo di posa, così come anche da evitare sono i prodotti schiarenti, che possono contenere sostanze dannose per il feto, perché vengono assorbite dalla pelle. Anche se i loro effetti sul bambino non sono ancora stati provati è meglio non rischiare. Da evitare anche le creme a base di soia, che contengono ormoni tipici della pianta che possono interagire con il vostro stato. Anche in questo caso non ci sono ancora prove scientifiche, ma prevenire è una mossa saggia in ogni caso.

Infine, parliamo delle cerette, a caldo o a freddo che siano. Tutti i metodi che provocano dolore dovrebbero essere evitati. Anche il laser e l’elettrolisi dovrebbero essere evitati, o usati eventualmente solo dopo averne parlato attentamente con il medico che vi segue.

Via | ThePregnancyZone

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail