Seguici su

Gravidanza

Guida al parto: una scelta che è solo vostra


Il parto è un momento speciale, unico per ciascuna donna, e tutte abbiamo il diritto di viverlo al meglio delle nostre possibilità. Con il senno di poi dunque voglio condividere uno strumento che può sembrare scontato ma per il primo parto senza esperienza è molto utile: un piano del parto. In sostanza è mettere per scritto alcuni temi importanti e verificare nel corso della gravidanza se le condizioni che vi siete poste sono rispettate dallo staff che avete scelto o state per farlo.

Primo: dichiararsi onestamente come ci immaginiamo e vogliamo il nostro parto e come vogliamo accogliere nostro figlio al mondo. Molte donne fin dal principio preferiscono, per paura o per altro, un cesareo. Così come altre si immaginano e desiderano a tutti i costi un parto naturale. In un modo o nell’altro, se il medico non è consapevole delle aspettative, si genereranno sempre malintesi che sono veramente dannosi per il positivo sviluppo dell’esperienza della maternità. Poi, è importante razionalizzare questioni inerenti l’istituzione scelta (ospedale o clinica) ed i professionisti che ci accompagneranno.

Rispetto all’istituzione, occorre informarsi di qual è la politica sulle induzioni al parto, sull’episiotomia, sul trattamento del neonato nell’immediato post parto, sulla possibilità per un familiare di assistere, la percentuale di cesarei praticati, l’esistenza di assistenza neonatale di carattere urgente (banalmente se esiste l’unità di terapia intensiva neonatale). E’ poi importante sapere se durante il travaglio si avrà libertà di movimento, se la posizione del parto si può scegliere, se il neonato viene dato subito alla madre o resta nella nurse, se si può visitare la struttura dove avverrà il travaglio e la sala parto.

Riguardo al professionista che abbiamo o stiamo per scegliere, è fondamentale sentire empatia, sapere e sentire che le nostre paure più profonde sono accolte, comprese e discusse liberamente senza preconcetti. E’ importante che abbia un telefono accessibile sempre, che risponda ai nostri dubbi e alle urgenze senza difficoltà, che sia con noi durante il parto o che la sua assenza sia giustificata e annunciata in precendenza. Occorre avere la sensazione che le scelte che ci propone siano accompagnate da ragioni che hanno a che fare con il bene della madre e del pargolo più che con la sua comodità (quando vi propongono il ricovero con induzione al parto un venerdì mattina, suona molto che non desiderano rovinarsi il fine settimana, no?). Insomma una persona che sia lì per voi e con voi, è chiedere troppo? Con le percentuali di cesarei programmati e d’urgenza che si praticano in Italia, sembra qualche volta di sì!

Foto | Flickr

Leggi anche

Asilo nido Asilo nido
Cronaca3 giorni ago

Bonus asilo nido 2023: cos’è e chi può richiederlo

Il bonus asilo nido 2023 è un sussidio per le famiglie per sostenere le spese del nido: vediamo quali sono...

Latte biberon allattamento Latte biberon allattamento
Alimentazione per bambini4 giorni ago

Latte di asina, sostituto perfetto al latte vaccino: tutti i benefici per il bambino

Il latte di asina è il latte più simile a quello materno, ed è perfetto da usare per l’alimentazione del...

test gravidanza positivo test gravidanza positivo
Gravidanza5 giorni ago

Si può rimanere incinta con il ciclo? Ecco cosa c’è da sapere

In moltissime si chiedono se si può rimanere incinta con il ciclo mestruale, cerchiamo quindi di fare chiarezza sull’argomento. E’...

Gravidanza maschio o femmina Gravidanza maschio o femmina
Gravidanza6 giorni ago

Calendario cinese della gravidanza: come scoprire se il bebè sarà maschio o femmina

Il calendario cinese della gravidanza permette di scoprire se il nascituro sarà maschio o femmina: scopriamo come funziona! Il calendario...

Bambina che dorme papà Bambina che dorme papà
Intrattenimento6 giorni ago

Ninna nanna mamma, testo: la canzone perfetta per far addormentare i bambini

Ninna nanna mamma: ecco il testo della famosa filastrocca e canzone amata molto da tutti i bambini e dai genitori....

seggiolino bambino auto seggiolino bambino auto
Bimbi in automobile1 settimana ago

Lunghi viaggi in auto: 3 idee per intrattenere i piccoli

Durante i lunghi viaggi in auto i bambini tendono ad annoiarsi molto facilmente, questo perché devono stare seduti e non...

colesterolo colesterolo
Salute1 settimana ago

Vino: perché aiuta contro il colesterolo?

Il controllo dei valori del colesterolo è fondamentale se si ha intenzione, comprensibilmente, di mantenere in salute il sistema cardiovascolare...

campo di concentramento campo di concentramento
Educazione1 settimana ago

Giornata della Memoria: come spiegare la Shoah ai bambini

Il 27 gennaio ricorre la Giornata della Memoria: ecco come spiegare quel periodo buio della nostra storia ai più piccoli....

outfit pioggia stivali outfit pioggia stivali
Intrattenimento1 settimana ago

Weekend di pioggia: come intrattenere i bambini?

L’inverno non è la stagione preferita di chi ha figli per diversi motivi, a partire dai malanni che i bambini...

Paris Hilton Paris Hilton
Celebrità2 settimane ago

Paris Hilton è diventata mamma, il figlio è nato da maternità surrogata

Paris Hilton è diventata mamma: l’ereditiera ha annunciato oggi la nascita di suo figlio, probabilmente nato da madre surrogata. Paris...

Mamma che allatta al seno Mamma che allatta al seno
Allattamento2 settimane ago

Allattamento e ciclo: cosa c’è da sapere a riguardo

Cosa c’è da sapere sull’allattamento e ciclo dopo il parto? Ecco tutte le informazioni più utili sul cosiddetto capoparto. Quando...

Neonato appena nato Neonato appena nato
Mamma2 settimane ago

Rooming-in, è sicuro? Cos’è e come funziona questa pratica per le neo mamme

Rooming-in, una pratica che permette a mamma e neonato di stare insieme 24 ore al giorno in ospedale: cerchiamo di...