Lavorare da casa con un bambino

laptopI vantaggi di un lavoro in proprio o da freelance possono essere pari agli svantaggi, ma di sicuro c’è un aspetto che molti genitori avranno considerato come una vera fortuna: quella di poter lavorare da casa restando insieme ai propri bambini per gran parte della giornata. Tuttavia non è sempre facile riuscire ad organizzarsi per essere produttivi senza trascurare i bambini e senza lasciarsi, al contrario, distrarre ogni momento. Ecco qualche consiglio da parte di un papà che lavora a casa e trascorre le ore insieme al proprio pargoletto escludendo l’aiuto della televisione.

Riuscire a trovare un equilibrio tra la vita professionale e quella domestica è già difficile, e posso testimoniarlo in prima persona, quando non si hanno bambini. Con i piccoli le complicazioni indubbiamente crescono, perché possiamo trascurare di rifare il letto ma non certo di saltare la merenda del nostro bambino o lasciare inascoltate le sue esigenze di comunicazione con noi proprio lì accanto.

Cominciate con il tracciare una media della vostra produttività. Quanto in fretta riuscite a lavorare e quanto siete capaci di produrre nelle ore che avete a vostra disposizione. Un consiglio sempre valido è quello di sfruttare al meglio le prime ore della mattina quando il bambino non si è ancora alzato e quelle del riposino pomeridiano. Riducete al minimo le pause e le distrazioni superflue e concentratevi fintanto che sapete di non essere interrotti in alcun modo.

Quando fate una pausa o il vostro bambino vi chiede qualcosa di importante, dedicatevi completamente a lui senza distogliere la vostra attenzione. Probabilmente saranno solo dieci minuti, ma devono essere esclusivi, senza avere in contemporanea un occhio alla posta elettronica e un orecchio al cellulare. Queste pause possono essere anche molto ricreative e dopo riprenderete il lavoro con maggiore attenzione.

Datevi una struttura: pianificate la giornata e create una tabella di marcia di massima, senza essere però troppo rigidi, perché con un bambino per casa i contrattempi sono all’ordine del giorno. Pianificate non solo il vostro lavoro ma anche i momenti dei bambini. Per esempio alle undici si colora. In questo modo li terrete impegnati in attività che può fare accanto a voi.

Non trascurate mai di vestirvi di tutto punto per lavorare da casa perché ne va della vostra produttività. Diversi studi hanno dimostrato che lavorando in pigiama si è meno produttivi del 28% circa. La tentazione di restarsene comodi in pigiama sul divano sarà forte, ma sconfiggetela.

Pianificate anche un’uscita mattutina, per andare ai giardinetti o sbrigare qualche commissione. Così rinfrescherete le idee e al tempo stesso non costringerete i vostri bambini a lunghe ore dentro casa senza staccare mai dalla solita routine.

Pendetevi un computer portatile se non ne avete già uno. Così potrete spostarvi per casa e tenere d’occhio costantemente i vostri bambini. Potreste acquistarne uno giocattolo anche per loro, se hanno l’età giusta, in modo da farli sentire più vicini a voi negli impegni quotidiani. Ma soprattutto, tenete a portata di mano qualche trucco per i momenti no, quando sembrerà che non abbiano voglia di far null’altro che piagnucolare per la noia. Disegni e colori, un lavoretto da realizzare insieme, qualche video divertente online.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail