Abbiamo già spiegato nella prima parte come scegliere il seggiolino per l’auto. Ora è invece importante capire come usarlo correttamente. Il seggiolino, infatti, non protegge automaticamente i bambini se non è montato correttamente e se non abbiamo agganciato il bambino come da manuale.

I seggiolini hanno due tipi di attacchi: tradizionale (si aggancia al sedile tramite le cinture di sicurezza dell’auto), Isofix (non richiede l’uso delle cinture e si attacca al telaio dell’auto). Verificate dal manuale della vostra automobile quale seggiolino potete installare. Il sistema Isofix è leggermente più costoso, più sicuro, disponibile però solo fino al gruppo 1.

I seggiolini devono essere preferibilment installati sui sedili posteriori e comunque mai su di un sedile protetto da airbag, tantomeno nel sedile centrale. Fino a 13 kg di peso, i bambini viaggiano in senso contrario a quello di marcia. Dal gruppo 1 in avanti si riprende il senso di marcia.

Spesso i bambini urlano quando li mettiamo nel seggiolino e abbiamo la tentazione, per farli stare tranquilli, di non stringere le cinture o addirittura di non allacciarle. Resistiamo e lasciamoli urlare: il seggiolino può ridurre dell’80% i rischi di ferimento e morte in caso di incidente.

Proprio per venire incontro ai dubbi e alle domande dei genitori, Fiat, Chicco e Bosch hanno deciso di contribuire alla campagna Bimbi Sicuramente, che ha preso il via nel settembre 2008. Sul sito della campagna si trovano informazioni utili, statistiche sugli incidenti, risultati dei crash test, ma soprattutto dei video che ci mostrano come montare correttamente i seggiolini auto. In ogni caso dobbiamo seguire sempre le istruzioni presenti nel manuale allegato al seggiolino.

Se poi vogliamo fare una spesa in più, possiamo prendere ai nostri piccoli le bambole con il loro seggiolino auto, come quella nella foto, e giocando con loro spiegare il concetto di sicurezza, senza spaventarli con i crash test, mi raccomando.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cronaca Leggi tutto