Papà in congedo parentale: un blog divertentissimo

ritratto papà su lavagnaSu Bebeblog ho già citato un paio di volte il blog congedoparentale, non solo perché illuminante sulla qualità della vita di un padre e di un'intera famiglia fuori dall'Italia, ma anche perché scritto bene, in modo divertente e spesso tenero.

Questo papà con il suo modo di scrivere, come anche altri papà blogger, contribuisce a modificare un'immagine stereotipata della paternità e della mascolinità. Dovremmo leggerlo non solo noi donne (magari non troppo che poi diventiamo invidiose), ma anche i nostri mariti, che potrebbero così confrontarsi con modelli diversi.

Vi riporto uno dei post che più mi hanno fatto male, perché hanno evidenziato i passi avanti che in Italia dobbiamo ancora compiere a riguardo (vi invito però a non perdervi il post e la vita ti sorride):

Faccio quindi di att vabba un verbo italiano e scrivo che questa mattina io vabbo, visto che sono a casa con Sofia che è super raffreddata e che con i suoi 38.5 questa notte nel lettone ci ha fatto da boule dell'acqua calda. Ho avvisato al lavoro che vabbo e che quindi ad una riunione parteciperò, Sofia permettendo, passivamente per via telefonica mentre ho cancellato un pranzo di lavoro. In entrambi i casi la risposta è stata "Ok. Come sta la bambina?".

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail