Raffreddori di stagione

Da quando ho una figlia mi riesce difficile credere alle influenze o ai raffreddori di stagione. O meglio, certo, c'è una stagione, ma è quella che dura dalla nascita dei nostri pargoli fino alla maggiore età.

C'è stato un tempo in cui pensavo che l'inverno fosse il solo depositario dell'influenza. Poi, lo scorso anno, in primavera eravamo alle prese con un inizio di broncopolmonite, seguito da tonsillite.

Allora: in autunno sono i primi freddi, in inverno è normale che si ammalino, in primavera ci sono i colpi d'aria e in estate i colpi di sole. Non sarebbe il caso di avvisare le neo mamme che va così e basta? Non si chiederanno se i loro figli hanno qualcosa che non va ad ogni somministrazione di paracetamolo.

  • shares
  • Mail