Sabato pomeriggio con i bambini

agenda colorata

Nella mia vita precedente, quella in cui non ero madre, il sabato pomeriggio era pieno di promesse. Finito il lavoro entravo in quella dimensione magica del "ho tutto un giorno per me" (la domenica non puoi pensarlo perché sai che il lunedì ti attende inesorabilmente) e così mi coccolavo un po' e facevo dei piani per la serata e per l'indomani.

Naturalmente da quando sono mamma anche i sabato pomeriggio sono lavorativi. In parte perché mi ritrovo davvero davanti al computer a lavorare, in parte perché, al di là della spesa da fare, si scatena la sindrome dello "scarico oggi tutto lo stress della settimana". In casa siamo tutti nervosi, perché ciascuno vorrebbe la sua parte di pace.

Mia figlia, in particolar modo, è come se concentrasse in poche ore tutta la stanchezza della settimana e a quanto sento succede lo stesso in molte altre famiglie. Dev'essere per questo che molti genitori stabiliscono che il sabato è il giorno in cui si va a fare visita ai nonni o in cui ci si perde per ore al parchetto. A voi lettrici e lettori di Bebeblog va meglio?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail