Consigli per le mamme: come pulire le orecchie dei bambini

Tutte le paure di un neogenitore o aspirante tale si possono far risalire ad un unico terrore: quello di fargli male. Cosa che, parlo da terrorizzata in prima persona e non da terrorista, può accadere in mille modi e in ogni momento. Per fortuna c’è un qualche istinto ancestrale che ci guida e quando quest’ultimo difetta un vero proliferare di consigli e aiuti di ogni genere: dai consigli delle amiche pluri-mamme a quelli digitali, mai troppo scontati.

Sono quasi sempre i gesti più semplici quelli che ci spaventano di più. Per esempio pulirgli le orecchie. Che già per gli adulti è un atto delicato a cui prestare attenzione, nonostante la quotidianità del gesto, ma che diventa ancora più delicato su un bambino.

Anzitutto bisogna stare attenti che il bimbo non faccia movimenti bruschi con la testa, tenendola delicatamente ma saldamente ferma. Basterà poi pulire la sola parte esterna dell’orecchio con un cotton fioc, eventualmente imbibito d’acqua tiepida, trascurando l’eventuale cerume che potrete notare all’interno del condotto uditivo: se ne occuperà il pediatra. Il momento migliore ovviamente è durante o subito dopo il bagnetto e occorre fare attenzione ad asciugare bene le orecchie dopo la pulizia.

Via | MadresHoy.com

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail