Mamme che mentono sull'età dei propri bambini

bimbo che disegna su iPad

Alcune mamme mentono sull'età dei propri bambini e lo fanno per i più svariati motivi: il bambino sembra più grande di quanto non sia, il bambino sembra più piccolo di quanto non sia in realtà, il piccolo ha tempi tutti suoi di apprendimento e crescita oppure "semplicemente" le mamme non vogliono dover giustificare le proprie crescite di fronte agli altri.

A voi capita mai di mentire o di incontrare mamme che mentono? Quando ero una neo mamma ingenua entravo in crisi ogni volta che mamme con bimbi più grandi della mia mi dicevano miracoli della crescita dei propri pargoli. Tutti avevano imparato a togliere immediatamente il pannolino, a mangiare da soli, a camminare. Tutti erano precocemente autonomi e dormivano benissimo la notte.

A conti fatti solo a me era capitata una bambina normale, con i suoi giorni sì e i suoi giorni no, con i periodi in cui cresceva alla velocità della luce e quelli in cui non faceva alcun progresso. Mi sono ritrovata davanti a mamme che raccontavano storie ai limiti della fantascienza. A questo punto comincia a sembrare chiaro che alcune donne vivono la maternità come un banco di prova per le proprie capacità.

Se il bambino riesce in tutto, loro sono brave mamme e viceversa. Cosa accadrà però a questi bambini quando cresceranno, investiti come sono e saranno da un'eccessiva ansia da prestazione? Forse il momento più difficile della maternità è quello in cui ci emancipiamo dal nostro ruolo e riconosciamo ai bambini il loro diritto ad esistere esattamente così come sono, con buona pace delle mamme/suocere/nonne/maestre/amiche criticone.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: