La verità sull'allattamento

Scritta Proudly Breastfeeding

Future mamme, ci sono alcune verità sull'allattamento che spesso vengono taciute e che poi ci creano una serie di problemi quando ci troviamo con i pargoletti da sfamare. Per prima cosa, allattare non è un momento romantico, è invece faticoso. Tanto che a volte all'ultima poppata del giorno, parlo delle primissime settimane, ci si addormenta sul divano. In secondo luogo, può essere fastidioso o doloroso. Non parliamo di dolori lancinanti o terrificanti (a meno che non vi becchiate una mastite), ma sopportabili e gestibili. Infine, allattare modificherà la forma del vostro seno. Quando ci ritroviamo al parco, tutte siamo lì a dirci quanto si sia svuotata la parte superiore del nostro seno.

Perché vi dico tutto questo? Non per terrorizzarvi, solo per raccontarvi che la maternità è fatta di tanti eventi piacevoli o meno anche se tutti importanti. Non dovete allattare perché altrimenti gli altri vi diranno che siete cattive, non dovete allattare pensando che sarà un momento romantico e dolcissimo da cartolina anni '30. Se decidete di allattare, fatelo a ragion veduta, perché ci credete, perché sapete che nonostante i sacrifici avete fatto un gran regalo ai vostri bambini.

Se siete fortunate, come alcune mie amiche, non avvertirete neanche fastidi o eccessiva stanchezza. In caso contrario, saprete che va tutto bene, che è normale, che la stanchezza è fisiologica, come anche lo scoraggiarsi o l'invidiare le mamme che stanno usando il biberon. Per quanto mi dispiaccia, oggi, di avere un seno diverso da quello di cinque anni fa, non posso fare a meno di essere contenta di me. Anche se all'epoca avrei voluto che qualcuno mi avesse avvertito prima della fatica che avrei sostenuto.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: