Latte materno? Lo produce la mucca

mucca bianca e nera
Rosita è una mucca nata in Argentina ai primi di aprile. Lei non lo sa, e a dire la verità non lo sapevo neanche io, ma il suo latte conterrà lattoferrina e lisozima, elementi che rendono prezioso il latte umano. Pare che simili esperimenti non siano affatto una novità. Sono in corso da anni e si pongono l'obiettivo di rendere il latte bovino il più adatto possibile ai neonati umani.

Sulle prime, la notizia mi ha fatto impressione, ma poi, a pensarci bene, penso che se davvero si potesse modificare in questo modo il latte vaccino, ci sentiremmo tutti più tranquilli nel darne ai nostri piccoli quando quello materno è insufficiente. Naturalmente aspetteremo ancora. Ci vorranno molti altri test sul latte stesso e sugli effetti a lungo termine prima di trovarlo in vendita.

In realtà le polemiche sono già cominciate. Cito dal sito La zampa:

La Coldiretti ha subito messo in guardia dal latte vaccino umanizzato ricordando che secondo una ricerca dell'Eurobarometro quasi 3 persone su 4 sarebbero contrarie a dare ai loro bambini un latte materno ottenuto tramite ingegneria genetica. Battaglia di retroguardia? Vedremo. L'insulina tratta dai lieviti è un Ogm, ma fa vivere meglio milioni di persone.

Via | lazampa
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail