Eden Wood, la modella bambina

Eden WoodLa notizia dell’abolizione dei concorsi di bellezza per bambine è stata accolta da tanti con sollievo, da altri con sgomento. È sempre difficile discutere di quale possa essere il limite ragionevole tra l’eccesso e il giusto orgoglio di un genitore per la bellezza e il talento precoce dei propri figli, comunque si manifesti, sia ad un concorso che premia l'estetica oppure ad una competizione di qualunque altro genere, sportiva, canora e così via. Travalicare quel confine e sfociare nell’esagerazione è facilissimo, lasciandosi trascinare dagli eventi e sottoponendo i bambini ad una pressione eccessiva per la loro età, con il carico di stress e aspettative che comportano certe scelte. E rubando loro, anche, la spensieratezza dell’infanzia.

Devono pensarla in maniera decisamente diversa i genitori di Eden Wood, la più famosa delle bambine che ha sbaragliato ogni concorrenza in America vincendo 300 concorsi. Ad appena sei anni ha già una carriera di tutto rispetto e si accinge a sbarcare a Hollywood. Ma siamo sicuri che si tratti di un fenomeno recente? A me viene in mente Shirley Temple ma forse è solo un’associazione di idee automatica quanto superflua, perché in fondo la differenza la fa la circostanza specifica in cui una bambina può trovarsi catapultata nel successo di uno spot o di una pellicola cinematografica senza necessariamente essere privata della propria innocenza. Magari divertendosi pure.

Certo è che la trasformazione di una bambina in una bambola che ha i tratti dell’adulta ma l’età dell’infanzia fa comunque un certo effetto, completamente negativo, e in un certo senso suscita anche una certa paura nei neo-genitori che si accorgono sempre più presto di come i propri figli crescano a ritmi vertiginosi rispetto a quelli che erano naturali ai tempi in cui eravamo bambini noi. Voi che ne pensate?

Via | Bebesymas

  • shares
  • Mail