Non toccare il bambino appena nato, ma almeno chiedete alla mamma

non toccare il bambinoLo scorso 9 luglio è nato mio nipote, ed ovviamente il giorno dopo mi sono precipitata all'ospedale a far visita ai neo-genitori, ma soprattutto al bambino. Caldo umido tremendo, l'eccitazione e l'ansia che regna nel reparto, e alla fine la mamma, mia cognata, che allatta il piccoletto (Dio com'è piccolo! Me n'ero scordata....). Una voglia, una sensazione fisica di volerlo toccare, baciare, annusare, ma mi sono trattenuta. Sono stata veramente eroica.

E poi..., poi si è avvicinata una signora, in visita alla figlia (l'ho saputo dopo) che avrebbe dovuto partorire a breve. "Ma che bel bambino, ma che carino, è tutto la mamma, ma guarda che manine"...e orrore, gli ha preso la manina, dove gli ha appoggiato un bacetto. Ho guardato la mamma, aspettando che intervenisse; poi le ho letto in viso la stanchezza e sono intervenuta, con un fazzolettino deumidificato.

Non si fa, non esagero. Il bambino appena nato è indifeso, e lo sarà nei primi giorni dell'allattamento, quando trarrà le prime difese immunitarie dal latte (in effetti dal colostro) della mamma (aspettando i primi vaccini). Per cui, cerchiamo di resistere alla sana voglia che c'è in noi, e non tocchiamo i bambini appena nati, o perlomeno laviamoci bene la mani, e comunque, chiediamo il permesso alla mamma.

Foto | deanj.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: