Quale che sia la professione che dichiarano di voler fare da grandi, tutti i bambini sono intimamente piccoli artisti. La creatività è non solo una valvola di sfogo per stress indotti dall’ambiente circostante ma anche un banco di prova per lo sviluppo cognitivo dei bambini.

La pittura, in particolare, stimola non solo la sensibilità tattile e visiva ma sviluppa anche concentrazione ed espressività e sviluppa la comunicazione. Soprattutto se l’attività creativa diventa un’occasione di confronto con altri bambini e dunque un momento di socializzazione e crescita nel gruppo.

Anche in casa, con i soli genitori, si può però sfruttare l’occasione creativa che può diventare anche profondamente educativa: associare colori e forme, nomi e oggetti mira a far acquisire al bambino una certa capacità di linguaggio accanto a quella più propriamente tattile. Per rendere il gioco ancora più divertente si può immaginare, dopo aver disegnato e colorato degli oggetti, anche il loro suono.

Foto | Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Crescita Leggi tutto