Avevo già parlato dell’ormai famoso libro Chi me l’ha fatta in testa. Da quando si avvicina il momento in cui mia figlia dovrà abbandonare il pannolino, ho scoperto, con un iniziale disagio, che esistono diversi libri che parlano di cacca.

Ebbene sì, già la lettura del su citato libretto mi ha creato qualche problema. Sono immensamente pudica e non sono mai riuscita a ridere delle varie funzioni corporali (sdoganate in italia da cartoni animati e programmi televisivi statunitensi). Devo però ammettere che avere a che fare con un bambino puzzolente ci offre sempre l’opportunità di ridare alle cose il loro significato più semplice.

La cacca è solo cacca e in siffatti termini ne parlano diversi autori. Per cominciare c’è il simpaticissimo La cacca. Storia naturale dell’Innominabile: scritto da uno zoologo, spiega come sono fatti e a cosa servono gli escrementi (gli animali li usano come tracce da seguire, noi come fertilizzante eccetera).

Della famosa Bianca Pitzorno è inveceL’incredibile storia di Lavinia che narra le vicende di una bambina con il dono improvviso di trasformare in cacca tutto ciò che
vuole. Infine di Federico Taddia, conduttore di Screensaver e apprezzato autore radiofonico, vi segnalo Iacopopò e il genio della cacca, adatto per bambini dai tre anni in su. Che altro dire, buona lettura, se ci riuscite!

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Crescita Leggi tutto