Bambini in piscina: siete tranquilli?

Bambini in piscina: siete tranquilli?

Ho un amica terrorizzata dell'acqua che si sconvolge all'idea di portare i bimbi in piscina, reduce da un evento per cui da piccolina ha rischiato di annegare. Nella cittadina di mare dove vado c'è anche una piscina condominiale con due belle piscine, una per adulti e una per i bambini (sarà alta 60 cm) ideale per i piccoli che non sanno nuotare. Il mio bimbo che ha un anno e mezzo va pazzo per l'acqua e ci scorrazza tranquillamente. I primi giorni l'ho immerso senza braccioli controllandolo con attenzione.

Ho notato che beveva (e il cloro ai polmoni non fa bene!) anche perchè a quell'età ancora non riescono a mantenere ben chiusa la bocca, per cui ho optato per i braccioli. La mia amica al contrario temeva per la sorte del suo piccolo di 4 anni e era restia a farlo immergere. Le ho consigliato di mandarlo a un corso di nuoto: é una maniera per stare tranquilli senza tenerlo vicino e soffocarlo mentre é in acqua, o trasmettergli il terrore che anneghi.

Prima dei 3 anni i piccoli hanno bisogno di prendere confidenza con l'acqua, non possono certo imparare a nuotare. Per esperienza con la mia bimba grande è inutile portare i bimbi ai corsi di nuoto prima che abbiano 3-4 anni, età giusta per imparare i primi rudimenti del nuoto. Non sono d'accordo sull'idea che siano i genitori a dover insegnare ai figli a nuotare. Con tutto che da ragazzina ho frequentato per anni corsi di nuoto mia figlia non ha imparato con me.

Per esperienza i figli non ascoltano i genitori, quando invece c'è un maestro che spiega, imparano con diligenza e più faclmente. C'è chi ha la piscina in casa, ma ho sentito troppe tragedie di bimbi caduti per sbaglio in acqua. E' meglio sapere che nei paraggi ci sia un bagnino che possa tirare su dall'acqua il piccolo nel bisogno, quattro occhi sono meglio di due. E voi che esperienze avete avuto con i vostri bambini in piscina?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail