Idee per riciclare vecchi giocattoli

toysI giocattoli hanno una funzione importantissima nella crescita dei bambini, perché li aiutano a scoprire il mondo e le proprie capacità cognitive, tattili, motorie. Ma quando se ne accumulano a dismisura, si rompono o il bambino cresce e bisogna in qualche modo disfarsene? Anziché stiparli in garage – salvo qualche ricordo speciale che si vuole conservare – oppure destinarli all’immondizia, ecco alcune idee per riciclarli, suggerite dall’associazione spagnola dei produttori di giocattoli. Riciclarli, inoltre, può diventare un ulteriore momento educativo e di condivisione di valori importanti tra genitori e figli.

Per cominciare, abitudine vuole che si offrano a familiari, amici o conoscenti che hanno ancora bambini a cui possono tornare utili. Se i fratellini, i cuginetti e gli amici sono già tutti abbastanza cresciuti allora si può pensare di donarli a qualche ludoteca, ad un asilo o ad un reparto ospedaliero pediatrico. L’alternativa può essere anche un centro di accoglienza per bambini o altre istituzioni senza scopo di lucro che si occupano di ridistribuirli ai bambini meno fortunati. Un’altra idea, se non sapete a chi rivolgervi direttamente, è attaccare qualche annuncio nelle bacheche di scuole, asili o siti Internet di annunci.

Se tra i giochi ce n’è qualcuno che potete considerare di un certo valore storico donatelo ad un museo del giocattolo che potrebbe essere interessato ad ampliare la propria collezione. Volendo potete anche allestire un banchetto al mercatino delle pulci locale o lasciarli a qualche antiquario o rigattiere che potrebbe venderli per voi. Se i giocattoli sono irrimediabilmente rotti allora togliete eventuali pile e destinateli alla raccolta differenziata dei rifiuti. Ma solo dopo esservi accertati che non si possa inventare qualche altro gioco riciclando parti di quello vecchio, con qualche idea creativa divertente.

Via | SerPadres

  • shares
  • Mail