Cristiano Camera e Alice Miller: un vademecum per noi genitori

pugno con scritta stop

Cristiano Camera, autore del blog Figliopadre sta leggendo i libri di Alice Miller. Ne avevo parlato con voi già nel mese di giugno. Avevo letti anche io diversi testi di questa autrice mentre preparavo la tesi universitaria e in realtà li avevo trovati utilissimi proprio nei rapporti che avevo con i bambini (cugini o figli degli amici cui facevo da baby sitter).

Papà Cristiano si sta prendendo la briga di riprendere e sintetizzare i punti salienti del pensiero della Miller sull'infanzia e vi invito ad andare a leggere il suo blog, perché si tratta di un lavoro utilissimo e non da poco.

Nel post che parla delle radici della violenza, vengono riportate dodici considerazioni fondamentali: vi serviranno non solo per comprendere molte dinamiche che state instaurando con i vostri figli, ma anche quelle che eventualmente avete dovuto subire quando eravate bambini. Tra i vari punti, ho scelto di riportarvi il numero 8 sperando che vi incuriosisca abbastanza per andare a leggere tutti gli altri:

Finora la società proteggeva gli adulti e colpevolizzava le vittime. Nel suo accecamento, essa si appoggiava a teorie che, corrispondendo ancora interamente al modello educativo dei nostri nonni, vedevano nel bambino una creatura astuta, un essere dominato da impulsi malvagi, che racconta storie non vere e critica i poveri genitori innocenti, oppure li desidera sessualmente. In realtà, invece, non v'è bambino che non sia pronto ad addossarsi lui stesso la colpa della crudeltà dei genitori, al fine di scaricare da loro, che egli continua pur sempre ad amare, ogni responsabilità.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail