Parco avventura: un'esperienza da fare con i vostri bambini

Logo boscopark bosco chiesa nuova

Mio marito ha detto che il posto gli ricordava i videogiochi di Tomb Raider. Come dargli torto? Ci siamo inoltrati sotto gli alberi e abbiamo passato mezz'ora con il naso all'insù a vedere piattaforme, corde, ponti di legno, liane disposte a diverse altezze a seconda dei percorsi.

La piccola era entusiasta e così, pagato il biglietto, si è seriosissimamente lasciata infilare il caschetto e l'imbragatura. Una gentilissima ragazza le ha poi spiegato l'uso dei moschettoni e le regole da seguire. Noi naturalmente abbiamo fatto il percorso baby (lo si sceglie in base all'altezza del pargolo) che era posizionato ad un metro da terra e prevedeva dieci tappe, che si concludono con una sorta di lancio alla Tarzan.

Nessuna paura: sull'albero che fronteggia la corda c'è un bel materassone morbido e ai bambini piace moltissimo lanciarsi anche se sul momento sono titubanti. Ci sono percorsi anche per ragazzi e per adulti, che si snodano a diversi metri dal suolo.

Credo sia una bella esperienza da far fare ai nostri figli. Li aiuta a superare le loro paure, a scoprire quante cose sanno fare, a sperimentare il gusto dell'avventura invece di guardarla sempre e soltanto in televisione.

Boscopark, quello in cui ci siamo recati noi, si trova in provincia di Verona, ma strutture simili sono presenti in altre zone d'Italia. Raccontatemi un po': ci siete stati anche voi? Avreste avuto il coraggio di effettuare il percorso più alto in assoluto (io solo dopo una forte dose di ansiolitico)?

  • shares
  • Mail