Mamme: quando il senso di colpa svanisce

primo piano donna

Il senso di colpa è tipico di noi mamme e ci attanaglia per vari motivi e in vari momenti. Specialmente nei primi due anni di vita del bambino, ci sembra di essere mamme cattive, egoiste, incapaci. Poi, cosa succede? Intanto cominciano i terribili due anni: quelli in cui tuo figlio ti mette alla prova sfidando ogni tre secondi la tua autorità, reclamando autonomia e cacciandosi in un pasticcio dopo l'altro.

Durante i terrible twos ti allontani da casa con molto sollievo e non ti dispiace di lasciarlo in braccio al padre o alla nonna perché sai che mentre piange, con la mano che tu non vedi sta già tirando giù dal tavolo la caraffa di vetro. La piccola peste, d'altra parte, comincia a sperimentare che ci sono persone che non dicono sempre no (evviva le nonne e i papà).

Si crea una sorta di svezzamento reciproco, che prosegue nel tempo. Man mano che ci liberiamo dal senso di colpa, poi, il rapporto con i pargoletti diventa sempre più costruttivo e finalmente cominciamo a sentirci delle mamme normali. In questo conta molto, ovviamente, il rapporto con altre mamme. Quelle amiche però, non quelle che ti dicono sempre che loro stanno benissimo e che il loro bambino è perfetto.

Per quanto mi riguarda, un certo equilibrio nel rapporto con mia figlia l'ho dovuto conquistare con molta, molta fatica e lavorare part time mi ha aiutata. Perché crescere professionalmente mi ha dato anche maggiore sicurezza nel rapporto con la piccola peste. Voi che mi raccontate? Come procede con la vostra autostima? Ce la fa a combattere i sensi di colpa?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: