Il coraggio di essere IO” è un manuale per “diventare grandi senza scimmiottare gli altri e senza sentirsi esclusi”. L’avrete notato anche voi: nei bimbi l’identità a un certo punto della vita comincia a essere un problema. Accade intorno ai 4-5 anni e poi verso i 5-6 anni e ancora e ancora: non c’è nulla da fare, perchè si cresce a suon di tentativi, finchè ci si diventa davvero grandi. È inutile, il format è uno e vale per tutti: fanno la qualsiasi cosa per essere notati, stare sempre al centro dell’attenzione e sentirsi apprezzati. In fondo, come tutti, mirano a contare qualcosa.

Il bello di questo libro è che dà una soluzione ai genitori. Indicando la strada giusta da seguire chè è là, a portata di mano. Basta solo tendere uno sguardo verso la natura che ha l’abitudine a fare solo cose diseguali e imperfette, ma ciascuna speciale: unica in quanto dotata di una sua impronta che nessuno può imitare. E quando ci riesce a essere IO, proprio IO è uno spasso!

L’ha scritto per l’editore Carthusia Domenico Barrilà: autore, psicoterapeuta e analista adleriano con alle spalle 25 anni di lavoro clinico, una decina di libri (alcuni tradotti e tutti ristampati) centinaia di libri, migliaia di conferenze, una moglie, 3 figli e una gran voglia di scrivere per i bambini, pensando agli adulti che fanno parte della loro vita. Il Barrillà-pensiero sostiene la tesi che “i bambini e gli adulti si contagiano in continuazione, malgrado gli adulti siano convinti di non aver nulla da imparare dai bambini e i pargoli recitino nel non aver nulla da insegnare ai più grandi”. Ovviamente la conclusione è che si sbagliano tutti e due.

Come anticipato dal sottotitolo, vi chiederete: possibile mai che dare all’anima per essere scelti, moltiplicando le forze per non essere scartati sia giusto? Può sembrare un giro di parole troppo difficile ma in sostanza si traduce con dei passi verso l’identità. Colpa o merito del bisogno di essere notati, riconosciuti, apprezzati.

Diciamolo: piccoli di ieri e piccoli di oggi, scagli la prima pietra chi non è mai stato mosso dal desiderio vitale di contare qualcosa. Tant’è che passa per l’omologazione questo libro (consigliato dai 6 anni) incorniciato da disegni di Emanuela Bussolati che segue un doppio binario di lettura: sul basso ci sono tarta(ruga) e il cagnolino biri alle prese con varie formiche. Verso l’alto voci di bimbi come quello che viene invitato alla lettura e che invece si trova alle prese con le gabbie che classificano, la tv che allinea i desideri e il rischio di sbagliare!

Domenico Barillà
Il coraggio di essere IO
Carthusia
Pagine 36
Prezzo: 12,90

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Crescita Leggi tutto