Mamme criticone: una è dentro di noi

primo piano donna che fa il gesto del silenzioHo trovato assolutamente esilarante il post di Elastigirl intitolato pericolosa china. Elasti nota, in una giornata freddina, una mamma che porta a spasso un pargoletto non troppo coperto e comincia a pensare:

"poveraccio, avrà un freddo cane. ecco, qui la temperatura si abbassa perché ci sono gli alberi ed è anche buio. e lui è nudo con quelle gambette rugose al vento. e i piedi e le mani e quel naso piccolo piccolo? oh signur, forse la mamma è distratta. magari ha la depressione post partum e vorrebbe dare in pasto il figlio alle pantegane dei giardini pubblici e il freddo è l'ultimo dei suoi problemi. magari pensa che i bambini siano come i serpenti, che poi forse un po' è vero che i neonati il freddo e il caldo non li sentono tanto. però... devo dire qualcosa alla madre. devo assolutamente consigliarle un lenzuolino per quel poveretto semi-nudo.... ".

Ecco, si è trasformata. In cosa? Io vi invito a leggere il suo post. Intanto vi racconto che a ben pensarci è una trasformazione che prima o poi tutte dobbiamo affrontare. Dopo aver sofferto di sensi di colpa e di inferiorità quando è nato il nostro pargolo, man mano ci siamo sentite più sicure. Ci siamo accorte di non essere delle mamme incapaci e crudeli, ma mamme come tutte.

Solo che, man mano che acquistiamo sicurezza, tendiamo a diventare proprio come quelle donne che tanto ci hanno messo in crisi dall'inizio della gravidanza fino ai primi mesi di allattamento. La soluzione? Ve la da sempre Elastigirl.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail