Sono incinta, sono grassa

Disturbi alimentari e gravidanza: quanto possono condizionare l’accettazione del proprio corpo che cambia?


Qualche giorno fa stavo guardando su Mtv la trasmissione 16 and pregnant, una sorta di docu-reality che parla delle gravidanze tra gli adolescenti. Mi ha colpito la storia di una ragazza che aveva sofferto di anoressia a soli tredici anni e che era stata ricoverata in ospedale a causa delle sue condizioni di salute.

Quando il suo corpo ha cominciato a cambiare, si è percepita come grassa e non come incinta, al punto tale da non volersi mettere in costume da bagno, nonostante una evidentissima pancia da gravidanza. Questo episodio mi ha fatto tornare indietro nel tempo, in particolare ai primi cinque mesi di gestazione.

Non ho mai sofferto di disturbi alimentari, ma ricordo la sensazione strana del non sentirmi, come si suol dire, né carne né pesce. Il pancione ti caratterizza fortemente e ti fa anche sentire fiera della tua condizione, ma solo quando appunto diventa pancione. Prima, specialmente se il bambino ancora non si muove, ci si sente un po’ in una sorta di limbo. Sta succedendo o è successa la stessa cosa anche a voi lettrici di Bebeblog? Volete parlarcene?

Foto | Filckr