I bimbi italiani i più maleducati d'Europa

Bimba che mangia gli spaghetti

I più maleducati in Europa, secondo quanto risulta da un'indagine,e riportata sul nostro blog di viaggio, condotta tra 500 albergatori europei, sono i bambini italiani, con una percentuale impressionante; il 66% degli intervistati. 66%, due su tre, una sentenza senza appello per i nostri bimbi.

L'accusa descrive i nostri bambini come irrispettosi e incivili, spesso molesti per gli altri ospiti dell’albergo, troppo vivaci, produttori di urla, parolacce, schiamazzi e capricci nelle stanze e negli spazi comuni, addirittura dei teppisti in erba, con un primato per i danni procurati alle cose. Insomma bambini da evitare.

Mi dispiace ma concordo, spostando però il tiro sui genitori, incapaci nell'educare i propri bambini. Troppe volte ho avuto l'occasione di osservare i bimbi stranieri (soprattutto tedeschi),e la differenza è evidente; i bambini sono vivaci allo stesso modo, la differenza (almeno quella che ho constatato io) sta nella risposta che danno ai richiami dei genitori. Con le dovute cautele quando si generalizza, mentre per un bimbo straniero basta un unico richiamo all'ordine, per uno italiano occorrono tutta una serie di minacce e contrattazioni, perchè questo si adegui al richiamo del genitore, quando poi c'è un richiamo.

Sono solo dei bambini, è questa la risposta più in voga tra questi genitori, che arrivano a giustificare i comportamenti inurbani delle piccole pesti, quando vengono chiamati in causa, vuoi da altri avventori, vuoi dal personale degli hotel. Sono solo dei bambini certo, ma capiscono benissimo, se solo qualcuno si fosse preso la briga di spiegargli cosa si può fare, e cosa non si deve fare, quando ci si trova in compagnia di altre persone.

Foto Zitona.

  • shares
  • Mail