Giulia Passione crea il decalogo contro i mostri del web

Giulia Passione, bambini e internet

Il linguaggio preso in prestito dal mondo delle fiabe del portale Giulia Passione assieme al sostegno di UbiSoft e l'associazione no profit «Comunicazione perbene» sono gli ingredienti della ricetta che ha dato vita alla campagna per l'utilizzo sicuro del web.

Proposta on line dal sito Giulia Passione, il videogioco più amato dalle bambine di tutto il mondo, la campagna desidera dare a bambini, genitori e insegnanti un educazione reale per i piccoli internauti.

Consigli e attenzioni che bisogna avere durante la navigazione, cosa bisogna evitare, per esempio mettere i propri dati o foto, e da cosa stare alla larga, la scritta “vietato ai minori di 18 anni” è un esempio concreto.

Giulia appare in un video di apertura , nella realtà la protagonista si chiama veramente Giulia ed è una giovane ragazza milanese, dove con un linguaggio semplice fornisce tutte quelle informazioni, spesso erroneamente considerate banali, utili per non cadere vittime del lupo cattivo che infesta la rete.

Infine il video chiede alle bambine di divulgare le le dieci regole da seguire per un corretto utilizzo del web, tramite il passaparola della rete. Una vera favola moderna.

Via | Corriere.it
Foto| Giuliapassione.it

  • shares
  • Mail