Ingorgo mammario con febbre alta: le cause e le cure più efficaci

L'ingorgo mammario durante l'allattamento può causare non solo dolore, ma anche febbre molto alta. Ecco cosa fare non solo per abbassare la temperatura, ma anche per trovare un po' di sollievo e risolvere il problema.

Ingorgo mammario con febbre

Capita spesso, soprattutto nei primi giorni dopo aver dato alla luce il nostro pargolo, di soffrire di ingorgo mammario, che altro non è che del ristagno di latte nella mammella. I sintomi sono dolore, arrossamento, edemi e la pelle del seno appare tesa e molto lucida, mentre capita spesso di avere febbre per 24 ore, di solito lieve: se è molto alta con tutta probabilità soffrite di una complicanza tanto comune quanto dolorosa, sia fisicamente sia psicologicamente, come la mastite, che invece è un'infezione della ghiandola mammaria. Inutile dire che far uscire del latte è praticamente impossibile.

L'attaccamento al seno del bambino diventa, ovviamente, più difficile, peggiorando ancora di più la situazione, dal momento che senza la suzione l'ingorgo mammario si aggrava ulteriormente. Il problema può essere causato da diversi fattori: eccessiva produzione di latte, ritardo nell'inizio dell'allattamento dopo il parto, rimozione non troppo frequente del latte materno, limiti alle durate delle poppate eccessivi, reggiseni o abiti troppo stretti, ma anche un inadeguato attaccamento del piccolo al seno materno.

Prevenire gli ingorghi mammari si può: bisogna attaccare al seno il bambino pochissimo tempo doop il parto, cercando di far poppare il piccolo più spesso, senza porre limiti troppo rigidi sulla durata, sarà il bambino a regolarsi in merito. Se soffrite di ingorgo mammario potete provare a fare spugnature caldo-umide alla mammella o impacchi caldi un quarto d'ora prima di allattare il bambino.

Quando il bambino si stacca, invece, per alleviare il dolore potete fare impacchi freddi: provate anche a spremere manualmente il latte prima di offrire il seno al bambino, mentre durante l'allattamento cercate di massaggiare il seno, favorendo la fuoriuscita corretta del latte. Se alla fine della poppata sentite ancora il seno, provate a toglierlo manualmente, ma non troppo, altrimenti potreste favorire ancora di più la produzione del latte.

Foto | da Flickr di aurimas_m

Via | Mypersonaltrainer

  • shares
  • Mail