Cinema in famiglia: Lorax - Storia di un nano che parlò invano

Sono sempre incuriosita dal cinema tratto dai libri per l'infanzia perchè possono avvicinare con più facilità i piccoli al testo scritto (mia figlia dopo aver visto un film tratto da un testo esprime spesso il desiderio e la curiosità di leggere il libro). L'anno prossimo arriva l'adattamento cinematografico dal racconto "The Lorax" pubblicato nel 1971 e scritto dall'autore di libri per bambini Dr. Seuss.

Nel film in cgi intitolato "Lorax - Storia di un nano che parlò invano" si narra di Ted, un ragazzo idealista e sensibile, che lotta per capire come mai il mondo in cui vive sia diventato così brutto e inquinato. Il ragazzo si mette alla ricerca del responsabile di tutto ciò, e scopre essere il burbero Once-ler proveniente dal mondo di Truffula che non vediamo nel corso del film ma scorgiamo solo per le sue gambe e braccia.

E' una creatura che sfrutta e danneggia ogni albero dalle folte e colorate chiome che trova sul suo cammino per creare qualcosa di cui, secondo lui, "hanno bisogno tutti": un indumento dall'aspetto strano e versatile. Le sue azioni provocano degrado ambientale ed esauriscono le risorse naturali. Da' vita prima a un negozio e poi ad un vero e proprio business.

Ted vive in città dove non c'è nulla che assomigli a piante, fiori o natura, e ha una cotta per Audrey che ha come suo unico sogno vedere un albero vero. Come farà il protagonista a esaudire il sogno della ragazza di cui è innamorato? Nella sue ricerche si imbatterà nel Lorax, un essere color arancio con dei baffi e delle sopracciglie foltissime che difende le piante e la foresta. Ma cosa è successo in questo periodo dove la natura non esiste più e gli animali sono fuggiti?

Lo sapremo solo il 30 marzo 2012 quando il film americano prodotto da Illumination Entertainment e distribuito da Universal Pictures uscirà nelle nostre sale. Sappiamo solo che l'universo riacquisterà la sua forma originaria solo se Lorax e Ted sapranno prendersi a cuore l'ambiente. E a Ted piace l'idea di rivedere il mondo bello e colorato come una volta quando gli uccelli cinguettavano e i cigni nuotavano negli stagni. Sarà un buono spunto per parlare ai nostri piccoli di risorse naturali e difesa dell'ambiente. Vi segnalo il secondo trailer appena caricato, al top.

  • shares
  • Mail