Bimbi che gattonano: attenzione alla cucina

bimbo in cucina Mio figlio sta per compiere un anno e si diverte a farmi impazzire girando per casa e aprendo tutti i mobili. La stanza in cui preferisce bizzarirsi è la cucina che sembra essere la più amata da tutti i bimbi e che, però, è anche la stanza di casa più pericolosa nella quale si verificano la maggior parte degli incidenti domestici.

E' opportuno, quindi, prendere alcune precauzioni. Oltre ad evitare di far avvicinare i piccoli ai fornelli quando stiamo cucinando qualcosa (cosa non sempre facile), sarebbe opportuno fare caso ad alcuni dettagli. Per esempio, quando abbiamo delle pentole sul fuoco, teniamo il manico girato verso l’interno per evitare di urtarlo o anche che il piccolo possa arrivarci e, per la curiosità, tirarselo addosso. Oggi esistono anche alcuni modelli di cucina che sono provvisti di un parapetto in plexigas (di circa 15-20 centimetri) sistemato ai bordi della zona fuochi.

Potenziali pericoli anche dai detersivi, soprattutto se si tratta di ammoniaca e disinfettanti che andrebbero conservati in un mobiletto che non sia raggiungibile dai bambini oppure chiuso a chiave. Destinazione segreta o quasi anche per le posate, specie per i coltelli che sono una vera e propria arma per loro.

Infine, dovremmo tenere lontano dalla sua vista lo scaldabiberon e quando lo utilizziamo controlliamo sempre che il livello dell’acqua sia almeno al minimo. Questo perché il bambino, riconoscendo il suo primo dispenser della pappa, potrebbe essere tentato di afferrarlo da solo.

Non lasciamo a portata di mano neppure fiammiferi, accendini o stuzzicadenti. Sono un potenziale problema anche i sacchetti di plastica che messi in testa o in bocca soffocano.

Quanti divieti, vero? In effetti, secondo gli psicologi dovremmo evitare di essere troppo proibitivi e di diventare ansiosi visti tutti i pericoli appena citati. Basterà organizzare la cucina secondo la sua prospettiva lasciando, per esempio, qualcuno dei pensili bassi a sua completa disposizione. Dopo averlo svuotato di oggetti contundenti, lasciamo nostro figlio libero di aprire e chiudere gli sportelli tirando fuori le pentole e giocando a sistemarle l’una dentro l’altra magari lasciandoci dentro quelle che non usiamo più o che utilizziamo solo di rado. Per lui sarà un bel gioco e noi potremo averlo vicino mentre cuciniamo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail