Piccolo blu e piccolo giallo, un classico di Leo Lionni per i nostri bambini

Copertina del libroPer una volta non è stata mia figlia a farmi scoprire un libro. Dei libri di Leo Lionni, nativo di Amsterdam e poi naturalizzato americano, avevo sentito parlare durante un corso di aggiornamento per insegnanti, mentre mio marito ne aveva letto alcune opere in tedesco. In particolare Piccolo blu e piccolo giallo, premio Andersen 2001, è ormai diventato un classico per grandi e bambini.

Il libro ci presenta la storia dell'amicizia di piccolo blu e piccolo giallo, della loro vita quotidiana a scuola, dei loro giochi. Un giorno, mentre si abbracciano felici, diventano entrambi verdi. Tornati a casa, le famiglie li respingono, non li riconoscono più. Presi dallo sconforto, i due amici piangono così tanto da recuperare ognuno il proprio colore. Le mamme e i papà, felici di aver ritrovato i propri pargoli si abbracciano e diventano a loro volta verdi!

Il bello di questa storia è che è realizzata solo con macchie di colore. Ancor più strabiliante e l'anno in cui è stata realizzata: il 1959. E' un libro che mia figlia comprendeva bene già da piccolissima e che offre ovviamente diversi livelli di lettura nonché spunti didattici. Man mano che la Ben crescerà le proporremo sicuramente altre opere di questo magnifico autore. Se volete approfondire, vi rimando ad una pagina web interessante, che contiene anche una curiosa intervista a Lionni e ad un sito in lingua inglese che consente di "sfogliare" il volume.

  • shares
  • Mail