L'abitudine di dormire nel lettone con mamma e papà

bebè che dorme Ormai è diventato un rito: lui si addormenta cullato dalle mie braccia dopo diversi giri di ninne nanne danzanti. Io lo depongo delicatamente nel suo lettino ricoprendolo amorevolmente. Poi verso le tre di notte arriva l'urlo.

All'inizio mio marito ed io scattavamo in piedi pronti ad accorrere per vedere cosa mai fosse accaduto al nostro piccolo principe. Lui urla, piange e appare inconsolabile fino a che uno di noi due non lo prende dal lettino e lo mette nel nostro lettone.

A quel punto mio figlio riscopre di nuovo il silenzio, si abbarbica addosso a me frugando sotto la camicia di notte e dorme beato come un angioletto. Dopo i primi "vedrai passerà, è solo molto piccolo", ora abbiamo capito cher forse - avendo subito assecondato la sua richiesta - non passerà così facilmente.

E poi una notte ci siamo guardati negli occhi e ci siamo confessati che anche noi ormai abbiamo preso l'abitudine e ci piace persino. Non sarà educativo, però, è davvero dolcissimo avere accanto un fagottino morbido che ti sfiora lento e incerto. Sentire il suo respiro leggero soffiare proprio su di me mi fa cadere in un brodo di giuggiole da cui non vorrei più uscire.

Lo so che prima o poi dovrò fargli perdere l'abitudine di dormire nel lettone, però so anche che resterà un rito che insieme ci concederemo una volta ogni tanto per farci ancora due coccole dolci anche quando avremo tutti e tre qualche anno in più.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: