Bambini e cani, una convivenza difficile



Qualche tempo fa ho raccontato della mia paura, una fobia, per i cani; scappavo terrorizzata anche alla vista di un bassotto. Ora ho un labrador di 35 chilogrammi, buddy, che sono riuscita ad accettare grazie a mio marito, ed alla sua pazienza. Ma come in ogni rapporto a due, c'è il rovescio della medaglia, che in questo caso è rappresentato dal rapporto tra Buddy e la mia piccolina.

Bea, 6 anni, ama Buddy, ma Buddy non ama poi tanto Bea. Il fatto è che Bea ama troppo Buddy, come e più del suo orsetto di peluche. Lo vorrebbe stringere a se, saltargli in groppa, gli tira la coda, gli fa i dispetti, spostandogli la ciotola dell'acqua. Anche qui non c'è la formula magica (peccato però non avere una strega in famiglia), e la soluzione è stata tanta pazienza, e tante spiegazioni, per convincere la piccola Bea, che Buddy, anche se è più bello del suo peluche, non è un peluche, ma un animale che va trattato con attenzione.

Se invece il vostro problema è come far accettare al cane un nuovo arrivato, neonato o neonata che sia, vi consiglio il bel post di Mentegatto su Petsblog, che ci spiega un po' della mentalità dei nostri amici, a metà strada tra gelosie e abitudini da modificare, con tanti consigli per l'igiene e la sicurezza dei nostri piccolini.

Foto | az1172.

  • shares
  • Mail