L'Inghilterra punta alle adozioni più veloci

Bambino che fa il bagnoTim Loughton, ministro britannico per i Bambini e la Famiglia (in Inghilerra hanno un ministro per i Bambini, nota bene!), ha adottato una provvedimento per il quale, gli enti preposti all'adozione (si parla della nazionale) saranno penalizzati, quanto manterranno il bambino in stato di adottabilità per più di 12 mesi. Che è come dire, il bambino adottabile deve trovare una nuova famiglia entro 12 mesi.

Perché? La spinta non è data dalle famiglie che chiedono l'adozione, che come da noi potrebbero lamentarsi dei tempi lunghi della procedura adottiva, ma dalla convinzione che più passa il tempo, senza che al bambino venga data una situazione stabile e definitiva (una nuova famiglia insomma), maggiori sono le possibilità che questo incontri difficoltà crescendo.

Da qui le nuove linee guida, che favoriscono la velocità dell'iter, su tante altre considerazioni, come il non voler recidere eventuali legami familiari, ancora presenti. Tra le altre novità introdotte da queste nuove linee guida, il tentativo di dare ai fratelli adottabili, la stessa nuova famiglia. Insomma, altro materiale su cui riflettere, anche da noi in Italia.

Foto | Todd Baker.

  • shares
  • Mail