Quando nasce il fratellino: come gestire la gelosia

Neonato

Quando ero incinta della mia seconda figlia, una delle domande che mi ponevo spesso era: come farò a presentare la nuova sorellina, senza scatenare gelosie funeste? In realtà di metodi certi non ne esistono, ma un po' di astuzia aiuta a superare i difficili momenti iniziali. La prima reazione dei bambini infatti, sopratutto se molto piccoli, sarà di curiosità e sospetto. Per questo bisonga "verbalizzare" molto, cioè parlare , spiegando tutto ciò che sta accadendo, giorno per giorno.

Il pancione della mamma infatti, che per gli adulti è normale, anzi è visto con tenerezza e benevolenza, per i bambini può risultare qualcosa di misterioso e anche un po' spaventoso: pensate se non ne sapeste nulla di maternità, che reazione avreste di fronte a un gonfiore così? Quindi, anche se il bambino da segno di accettare tutto con la stessa serafica tranquillità, non date mai per scontate le sue reazioni. Brutti sogni o capricci improvvisi potrebbero essere il segnale di qualcosa che lo turba.

Altro consiglio che mi venne dato dalla pediatra, fu quello di far trovare un bel regalo alla prima visita in ospedale. In questo modo, l'associazione con il nuovo nato e il luogo, non proprio accogliente, sarebbe stata meno traumatica. Spostare l'attenzione sul primogenito, facendolo sentire al centro dell'evento, serve proprio a ricordargli che nessuno gli toglierà il suo ruolo di cucciolo amato da mamma e papà, anche se ora dovrà imparare condividerlo con un nuovo membro della famiglia.

Foto | flickr.com

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: