Allattamento e gravidanza: caffè, sì a quantità limitate

Allattamento e gravidanza: caffè, sì a quantità limitate

Siete caffeina dipendenti ma state allattando o siete incinte? Ho una bella notizia per voi, secondo la ricercatrice Ina Santos due tazzine di caffè al giorno non fanno male né in gravidanza né in allattamento. Il caffè rientra da sempre in una di quelle sostanze considerate eccitanti, che il ginecologo prima e il pediatra poi ci vietano o limitano in modo drastico, e che noi per essere sicure a volte eliminiamo del tutto. Ma la caffeina incide davvero sullo sviluppo e poi sul sonno del bambino? Secondo questo studio realizzato di recente dalla Federal University di Pelotas in Brasile, modeste quantità di caffè non influiscono né sul feto né sul neonato e addirittura non ci sono prove che più alte quantità di caffeina deteriorino lo sviluppo o il sonno del bebè allattato al seno.

Il consumo di caffeina durante la gravidanza e nelle madri che allattano non sembra quindi avere conseguenze sul sonno dei bambini all'età di tre mesi, ha scritto la dottoressa Santos nella relazione finale. Il team di studiosi ha intervistato 885 neomamme di neonati fino a tre mesi per comprendere le abitudini del sonno dei piccoli in relazione all'uso della bevanda nera. Tutte tranne una hanno detto che assumevano bevande contenenti caffeina durante la gravidanza. Quasi il 15 per cento delle madri ha rivelato ai ricercatori che in tre mesi i piccoli si sono svegliati più di tre volte ogni notte, che è stato considerato frequente. Ma le probabilità non sono risultate maggiori per le madri che erano forti consumatori di caffeina. Nel complesso quindi, i ricercatori non hanno trovato un chiaro legame tra assunzione di caffeina e il rischio di problemi del sonno infantile.

Attenzione però i risultati di Ina Santos e dei suoi colleghi della Università Federale di Pelotas non vogliono con questo approvare la pesante assunzione di caffeina durante la gravidanza o l'allattamento ma sono in linea con la ricerca mondiale sul tema, suggerendo che modeste quantità (una o due tazzine al giorno) non possono rappresentare un pericolo nei bambini nati a termine, per la tranquillità e il piacere delle mamme più coffee addicted.


Via | Uk Reuters
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail