Boom di allergie nei bambini. Se andiamo a guardare il pelo… di gatto, o gli acari della polvere, per non parlare delle arachidi che pendono come una spada di Damocle sulla salute di un bimbo italiano su tre, stiamo alla frutta! Tanti, troppi i minori italici affetti da intolleranze triplicate negli ultimi 50 anni. È quanto emerge dalla IV edizione della Giornata del bambino allergico, celebrata il 13 febbraio a Roma.

Colpevoli della moltiplicazione degli allergici pare siano l’eccessiva igiene e la sterilità di oggetti e ambienti domestici, fin da neonati. “Una detersione troppo aggressiva impedisce agli anticorpi di dirigersi contro i germi naturali, così questi si trovano altri nemici”, dice l’esperto. Per la sicurezza a casa e a scuola il consiglio dello specialista è evitare tappeti e moquette, detergenti troppo aggressivi e un eccesso di sterilizzazione. “Invece a scuola sarebbe bene evitare piante come parietarie e graminacee nei cortili, e tagliarle quando i bimbi sono a casa”, conclude.

Giovanni Cavagni, responsabile di Allergologia pediatrica all’ospedale Bambino Gesù di Roma, ha fatto notare che il boom di disturbi “comprende asma bronchiale (10% under 14), rinite allergica (18-20%), dermatite atopica e allergie al cibo”. A fronte di tutto questo, però, “solo il 42,65% delle scuole italiane è in possesso del certificato igienico-sanitario che attesta condizioni idonee per accogliere gli studenti allergici senza esporli a rischi per la salute”, ha sottolineato Sandra Frateiacci, presidente di Federasma.

“La circolare sul bambino malato cronico a scuola, pensata per facilitare la vita fra i banchi a questi alunni, risale al 2005 – dice Paola Pisanti della Direzione generale del Dipartimento della programmazione sanitaria dell’ex ministero della Salute – ma da allora è stata recepita con atti formali solo da 4 regioni su 21”. E ora scattano i controlli sull’inquinamento indoor nelle scuole del vecchio continente.

Fonte | adnkronos
Foto | flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Crescita Leggi tutto