I bambini nati dopo il termine sono iperattivi

I bambini nati dopo il termine sono iperattivi

Un lungo studio olandese pubblicato il 2 maggio nell'International Journal of Epidemiology conferma che i bambini nati dopo il termine sono iperattivi. Dopo aver intervistato tantissimi genitori di bambini di età compresa tra i diciotto e i trentasei mesi, la notizia: tutti erano più iperattivi di quelli nati tra la trentasettesima e la quarantaduesima settimana di gravidanza.

Secondo lefigaro.fr, gli autori dello studio assicurano che i risultati non sono stati influenzati da altri fattori come il peso e le dimensioni della mamma, il reddito familiare o il livello di istruzione dei genitori, e neanche dal consumo di alcol e tabacco o complicazioni durante la dolce attesa.

L'unica causa di questi disturbi comportamentali è proprio l'essere nati dopo il termine. I ricercatori ritengono che questo può essere dovuto al deterioramento della placenta, che inizia repentino quando il termine viene superato, vale a dire, dopo le quarantuno settimane di gestazione. Ora il mio è nato a termine perfetto, la mattina dello scoccare della quarentesima settimana come un orologio svizzero si sono rotte le acque, ma ricordo ancora chiarissime le parole del ginecologo, se non succede niente si aspetta fino alla quarantaduesima settimana e poi ti ricoveriamo per indurre il parto o fare il cesareo. Ma se partorire due settimane dopo il termine oltre ad essere pericoloso, causa l'iperattività nei bambini, forse non si dovrebbe essere ricoverate già poco dopo il termine ? Voi che ne pensate?

Via | Family.fr
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail