Papà a tredici anni, il secondo caso in Inghilterra

Il baby papà con la figliaPadre a tredici anni? Non dico che questa notizia sia in grado di stupirmi più di quella degli otto gemelli, ma ci siamo vicini. Il Sun, giornale scandalistico inglese, ci racconta che Alfie ha concepito sua figlia a dodici anni, durante la sua prima notte d'amore con una fidanzatina quindicenne. Quando hanno scoperto del bambino, non hanno detto nulla per paura di essere sgridati e inoltre ci tenevano a portare avanti la gravidanza. Le famiglie d'origine appartengono alle fasce più povere della popolazione inglese e hanno deciso di aiutare i due ragazzini ad avere e prendersi cura della piccola.

Tra mamme i commenti si sprecano, ma uno in particolare è il più ricorrente. Ci rendiamo conto che anni addietro avremmo concentrato l'attenzione sul neonato e sulle questioni etico-sociologiche-politiche che si trovano alla base di questo, come dire, evento. Ora l'unico pensiero è: e se capitasse a mio figlio? Tra mamme di bambine è più facile manifestare certe preoccupazioni, vengono accettate più facilmente e, diciamola tutta, una tredicenne incinta ci fa meno impressione di un dodicenne papà. In effetti, credo che questa sia una notizia strana più che altro per le mamme dei maschietti.

Non ci pensiamo che a dodici anni un piccoletto di un metro e venti può riprodursi. Ci sembra quasi blasfemo anche solo pensarlo. Ma tant'è: forse tutti i discorsi che si sentono in giro sulla necessità di cominciare seriamente l'educazione sessuale nelle scuole il più presto possibile non sono poi così strampalati. Certo, la domanda successiva è: dov'erano le famiglie di questi due piccoli incoscienti/malcapitati? Forse prima di fare educazione nelle scuole bisognerebbe farla alle riunioni dei genitori.

Via | Repubblica

Foto| Corriere della sera

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: